IL DIALOGO INTERIORE MODIFICA LA BIOCHIMICA DELL’ORGANISMO

Non esiste una “realtà oggettiva”, ma esiste solo una situazione che percepiamo attraverso una serie di filtri che il nostro cervello applica automaticamente in base al contesto nel quale siamo cresciuti, a quello in cui viviamo, al contesto emotivo, comportamentale e linguistico.

E’ però importante sapere che il contesto può essere cambiato. E’ stato dimostrato che, il modo in cui parliamo a noi stessi, il nostro dialogo interiore (self-talk), modifica profondamente la biochimica del nostro corpo.

Ogni frase che ci ripetiamo ha delle forti ripercussioni a livello neurale ed ormonale. Inizia quindi a parlarti in modo consapevole e funzionale.

TRASFORMA IL TUO DIALOGO INTERIORE IN FRASI FUNZIONALI

Le parole che usi ogni giorno, come abbiamo visto, condizionano fortemente il modo in cui vivi una determinata circostanza.

Se ripeti spesso, anche solo mentalmente:

– “non sono all’altezza” il tuo cervello si auto imporrà un limite “non me lo merito” e la tua mente farà di tutto per indurti a commettere errori per avvalorare la frase.

– “sono molto stanco”  il tuo organismo si predispone ad essere stanco

E’ quindi opportuno che tu faccia caso alle frasi che utilizzi più spesso e, nel caso in cui tu ti accorga che sono disfunzionali, trasformale. Invece di

– alla frase “non sono all’altezza” preferisci la frase “impegnati di più e ci riuscirai”.

– “sono molto stanco” utilizza la domanda “cosa puoi fare per avere più energia?”

Ti suonano un po’ strane, vero? Ti spiegherò perché sono state espresse in questo modo!

1. INIZIA LE FRASI CON UN VERBO

In questo modo il cervello si preparerà ad un’azione da compiere.

E’ importante che i verbi siano espressi al presente indicativo, anche se ci si riferisce a qualcosa nel futuro. A volte ti potrebbe risultare grammaticalmente sbagliato, ma è il miglior modo per parlare alla tua mente

2. FORMULA LE FRASI IN MODO POSITIVO

Il nostro cervello non tiene conto della negazione.

Iniziare una frase con : “non voglio più sentirmi stanco” sarà interpretata come “sono stanco e voglio sentirmi stanco” ed il tuo corpo inizierà a produrre gli ormoni dello stress.

3. USA LA SECONDA PERSONA SINGOLARE

Può sembrare qualcosa di assurdo, ma le ultime ricerche indicano che è molto efficace.

Parlarsi in prima persona singolare, utilizzando quindi “io” farà sì che, ciò che ci si ripete, perda di credibilità, perché il cervello è abituato, per esperienze pregresse, a svalutare ciò che si pensa di se stessi.

Usando invece la seconda persona singolare, quindi il “tu” per rivolgerci a noi, accadrà una specie di sdoppiamento della nostra mente, come se fosse qualcun altro a dirci quella frase. Così facendo ciò che ci diciamo diventerà, per il cervello, credibile ed autorevole.

Quindi, invece di dirti “sono brava/o” è meglio dirti mentalmente “sei brava/o”

ESEMPIO DI FRASE FUNZIONALE

Frase NON funzionale: “vorrei perdere 3 kg in un mese” .

Frase funzionale: “segui una dieta equilibrata perché ti fa dimagrire e sentire meglio”

Potresti ribattermi: “ma io non ho ancora trovato una buona dieta per me”. Questa frase ti aiuterà a trovarla!

Come modificheresti, quindi la frase “non me lo merito”?

PORSI LE DOMANDE GIUSTE UTILIZZANDO “COSA” E “COME”

Fare domande è un aspetto fondamentale della crescita personale. E’ però doveroso sapere formulare le domande nel modo giusto.

Sarebbe bene porre dei quesiti a noi stessi, in modo tale da stimolare un ragionamento logico che ci porti ad una modalità di pensiero-azione proattiva.

Ogni volta che ti fai delle domande inizia le frasi con “COSA” e con “COME” e vedrai che il tuo cervello inizierà a cercare soluzioni invece di concentrarsi sul problema.

Invece di chiederti “perché proprio a me?” è meglio chiederti “come puoi superare questa sfida?”.

Invece di “perché non ci riesco?” chiediti “cosa puoi modificare per poterci riuscire?”

Una piccola variante a questa regola potrebbe essere “perché non ci riesco ANCORA?”. Questa frase, come avrai notato, non rispetta tutte le regole dette in precedenza, ma con la parola ANCORA posta a fine domanda presuppone che ci lavorerai e che potrai comunque riuscirci.

Tu che domande ti fai di solito? Come potresti trasformarle in forma proattiva? NON SAI COME TRASFORMARE UNA FRASE?  SCRIVIMI, TI AIUTERO’ A FARLO!

CLICCANDO SUL PROTOCOLLO “DALL’OBIETTIVO AL BENESSERE” TI AIUTERO’ A FARLO IN MODO CORRETTO, INOLTRE TI AIUTERO’ A RAGGIUNGERE I TUOI OBIETTIVI

“DALL’OBIETTIVO AL BENESSERE”

Pubblicato da OBIETTIVO BENESSERE

Ho creato un percorso fondato su nozioni scientificamente validate, cha aiuta le persone, che si sentono in una condizione non ottimale, a raggiungere un benessere fisico, mentale ed emotivo, con piccoli passi stimolanti e molto efficaci. Sono convinto che, ognuno di noi, nella propria vita, si sia trovato davanti ad una situazione difficile da gestire, che abbia sperimentato molteplici tecniche per stare meglio, ma non abbia poi avuto i risultati sperati. Nel corso degli anni, ho avuto gravi problemi fisici e disturbi psicologici piuttosto impattanti, derivati da una serie di esperienze vissute sin dall'infanzia e da fattori esterni. Per ritrovare il mio equilibrio ottimale ho fatto affidamento a molti specialisti e studi scientifici di comprovata efficienza internazionale, con discreti risultati. Le tecniche non erano sbagliate di per sé, ma non venivano considerate all'interno di un contesto multidisciplinare sapientemente strutturato. Dopo l'ultimo grave trauma, ho sperimentato su di me, con strabilianti risultati, i più aggiornati ed efficaci studi medico-scientifici internazionali - molti dei quali difficilmente reperibili - li ho approfonditi con l'aiuto di esperti e li ho accuratamente organizzati, creando un percorso che aiuta le persone a ritrovare e migliorare il proprio equilibrio fisico, mentale ed emotivo. Con una serie di video, audio, PDF e mappe mentali mi sono promesso di guidare le persone, in modo sano ed efficace, al raggiungimento di una profonda consapevolezza e all'attuazione degli elementi portanti del benessere.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: